Lo stress e la sua influenza su corpo e mente





La frase di Daniel Goleman 'Lo stress è il prodotto di un atto cognitivo: la valutazione' ci fa riflettere su una caratteristica fondamentale dello stress, ovvero la 𝘃𝗮𝗹𝘂𝘁𝗮𝘇𝗶𝗼𝗻𝗲 𝗰𝗼𝗴𝗻𝗶𝘁𝗶𝘃𝗮. La mente umana infatti effettua un costante monitoraggio dell’ambiente circostante, creandosi così una valutazione cognitiva degli stimoli. Una valutazione diversa dello stressor (stimolo che determina stress) infatti, porta a una reazione diversa. Questo spiega perché ció che genera stress in una persona (ad esempio parlare in pubblico) potrebbe non generarlo in un’altra (ad esempio in una persona con grandi doti comunicative!).


Di fronte a uno stressor mettiamo in atto delle strategie di coping per affrontarlo e ridurlo e Lazarus ne ha individuate di 𝟯 𝘁𝗶𝗽𝗼𝗹𝗼𝗴𝗶𝗲:

Coping focalizzato sul problema = ricerchiamo risorse sociali, personali o ambientali per superarlo

• Coping focalizzato sulle emozioni = cerchiamo di diminuire il disagio emotivo provocato dallo stressor

Coping orientato all’evitamento = ci porta a evitare situazione problematica.



Lo stress può essere definito come 𝗿𝗶𝘀𝗽𝗼𝘀𝘁𝗮 𝗮𝘀𝗽𝗲𝗰𝗶𝗳𝗶𝗰𝗮 𝗱𝗲𝗹𝗹’𝗼𝗿𝗴𝗮𝗻𝗶𝘀𝗺𝗼 ad ogni richiesta effettuata su di esso. Esso, contrariamente a quanto si pensa, puó avere delle conseguenze positive sul nostro stato di attivazione. Infatti, se da un lato alcuni stressor sono nocivi e portano a provare sensazioni spiacevoli, altri favoriscono uno stato di 𝗽𝗿𝗼𝗱𝘂𝘁𝘁𝗶𝘃𝗶𝘁𝗮̀ e vitalità (si pensi ad esempio allo studio prima di un esame). Dobbiamo quindi distinguere due categorie di stress:

•L’𝘌𝘶𝘴𝘵𝘳𝘦𝘴𝘴 ovvero quel tipo di stress che ci attiva in maniera positiva

•Il 𝘋𝘪𝘴𝘵𝘳𝘦𝘴𝘴 che invece è una sollecitazione che eccede la capacitá di risposta dell’individuo



Ma cosa sentiamo a livello corporeo quando siamo stressati? C’è un fortissimo legame tra la 𝗺𝗲𝗻𝘁𝗲 𝗲 𝗰𝗼𝗿𝗽𝗼 e uno stress, soprattutto se prolungato, può avere conseguenze anche sulla salute fisica. Questo perché in situazioni stressanti il nostro organismo reagisce rilasciando ormoni che, se prodotti per lunghi periodi a causa della persistenza dello stress, possono determinare diversi sintomi quali nausea, gonfiore, irrigidimento muscolare, mancanza di energie, raffreddori frequenti... Quello che possiamo dire per riassumere è che lo stress in piccole dosi può favorire la produttività e portare a rendere di più, mentre a lungo andare ha effetti nocivi sul nostro organismo.


É fondamentale quindi prendersi cura della salute mentale che, come abbiamo visto, é strettamente connessa alla salute fisica!

9 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti